Chi siamo

La Cooperativa Apistica Mediterranea è stata costituita nel 1995 da Salvatorangelo Caboni, i suoi figli e alcuni altri giovani appassionati del mestiere. Apicoltori da generazioni, i Caboni hanno intuito che l’amore per le api e la natura poteva non solo costituire una fonte di reddito ma anche un modus vivendi

foto 219 - Copia

in simbiosi e in rispetto dell’ambiente.

Già nel passato il loro nonno Salvatorangelo Deriu praticava con metodi pionieristici l’apicoltura ed egli fu uno degli innovatori che nei primi anni ‘50 sostituì i vecchi bugni villici a favore delle più razionali arnie, capaci di supportare le api nel loro incessante lavoro e conseguentemente di dare un raccolto abbondante senza La distruzione dei telai.

Il criterio e le capacità del nonno sono state ereditate dai suoi discendenti, che non solo hanno continuato il suo lavoro, ma hanno migliorato le caratteristiche delle attrezzature, unendo la tecnologia alla tradizione e creando un’azienda all’avanguardia capace di tenere nella giusta Considerazione il progresso e la cura del prodotto.

Numerosi attestati di qualità e segnalazioni vengono infatti attribuiti ai mieli che La Cooperativa Apistica Mediterranea invia regolarmente ai concorsi più prestigiosi, sia a livello regionale che nazionale, ottenendo spesso premiazioni estremamente significative, come miglior miele d’Italia per le categorie di Arancio o Cardo, ma la cooperativa ama ricordare la prestigiosa scelta da parte della Repubblica Italiana nel richiedere la fornitura di mieli monoflorali per le colazioni del Presidente della Repubblica Italiana Azeglio Ciampi, durante le sue vacanze in Sardegna nell’estate del 2006.

Nel 2001 ha ricevuto la certificazione di “miele biologico” dalla Bioagricert di Bologna, organismo di controllo accreditato IFOAM e NOP, riconosciuto a livello mondiale.

L’azienda è ubicata a San Sperate nella provincia di Cagliari in un paese conosciuto come “Paese Museo” grazie alle pitture che ornano le pareti esterne delle abitazioni conferendogli un fascino particolare.

La lavorazione e il confezionamento dei circa 1000 q.li di miele prodotti dagli oltre 4000 alveari sparsi nel territorio isolano si svolgono su linee automatizzate, sotto l’attenta supervisione di personale altamente qualificato, garantendo una produzione di alto livello qualitativo.

Nel 2006 la cooperativa apistica mediterranea in collaborazione con esperti distillatori del trentino, produce il primo distillato di miele di Sardegna di Arancio e di Asfodelo, con la partecipazione artistica del famoso scultore Sardo Pinuccio Sciola. La Cooperativa Apistica Mediterranea E’ senza dubbio l’ aziende leader Nella produzione e tutela della qualità Del miele sardo.